“Un Viaggio tra Note e Amicizie: Le Avventure Musicali dalla Sicilia al Nord Italia”

0

Carissimi lettori,

è con grande entusiasmo che torno a voi dopo un’immersione nel cuore della Sicilia, carico di energia vulcanica e ispirazione. Mi scuso sinceramente per l’assenza di foto e articoli durante queste due settimane, ma ricordo a tutti che trovate le mie storie su Tik Tok. Mentre ho attraversato l’Italia da sud a nord, ho intrapreso un viaggio che mi ha visto protagonista di esperienze straordinarie.

Durante il mio soggiorno a Catania, ho avuto il privilegio di incontrare non solo talentuosi musicisti, ma veri amici, tra cui il Maestro Garofalo. È una persona straordinaria con cui ho trascorso ore preziose a parlare di musica e condividere i nostri sogni.

Oggi, siamo lieti di ripubblicare un articolo proveniente dalla rivista “ritmoinlevare”, che ci offre una dettagliata panoramica sul suo ultimo lavoro. Grazie al Maestro, il nostro movimento artistico si arricchisce di nuovi talenti, contribuendo a rendere l’Italia un luogo in continua evoluzione e fermento creativo.

Vorrei cogliere questa occasione per esprimere un sincero ringraziamento allo studio di Marco di Dio e al suo straordinario team, senza il quale queste esperienze non sarebbero possibili. Un grazie particolare va a Cristina Russo, Barbara Antoniazzi, Riccardo Rinaldi, Fabio Abate, Ciccio e Abramo, che hanno reso il mio viaggio ancora più memorabile con la loro gentilezza e supporto.

Continuate a seguirci su W l’Italia, l’Italia in Movimento! dove vi terremo aggiornati sulle ultime novità e ispirazioni che animano il nostro Paese.

Con affetto,

Coco Lzy

Caporedattore, W l’Italia, l’Italia in Movimento!

“Dub International” il nuovo album del: Maestro Garofalo prod. Adriatic Sound

In un’epoca in cui la musica sembra correre senza sosta, c’è chi decide di andare controcorrente e riscoprire le radici di un genere che ha segnato decenni: il reggae dub. “Dub International”, il nuovo attesissimo album del Maestro Garofalo, prodotto da Adriatic Sound, è la testimonianza di questa riscoperta, un viaggio sonoro che si immerge nelle profondità del reggae dub per riportare in superficie perle di pura emozione sonora.

Alessandro Garofalo, musicista siciliano anche detto il “Jackie Mittoo” italiano, è lo storico tastierista dei Sud Sound System & Bag a Riddim band, oltre che di altri importanti progetti reggae di livello internazionale (Richie Stephens & The Ska Nation Band, Rankin Lele & Papa Leu, Original Sicilian
Style, Abramo Laye, Morelove Music).

Nonostante la varietà di atmosfere ed emozioni, “Dub International” mantiene una coerenza interna che rende l’ascolto un’esperienza immersiva e unitaria. La coesione è dunque uno dei suoi punti di forza, frutto delle abilità compositive ed esecutive di Alessandro Garofalo ma anche di un sapiente lavoro di team e della produzione che riesce a bilanciare calore analogico e precisione digitale.

L’album si apre con “Waterfront”, brano che conduce l’ascoltatore in un viaggio che evoca il dolce infrangersi delle onde. Garofalo dimostra fin dai primi secondi di avere una mano sicura nel dosare eco e riverbero, ottenendo un suono profondo e mai opprimente, vivido ma allo stesso tempo sognante.

I brani si susseguono come i capitoli di un racconto, o meglio, come isole di un arcipelago sonoro. “Countryside” si distingue per l’intensità emotiva: è una traccia che con i suoi riff di chitarra melanconici e la ritmica cullante, sembra raccontare la fine di una giornata su un’isola calda, lasciando l’ascoltatore sospeso in uno stato di pacifica riflessione. “Backyard” trasporta in atmosfere urbane con un groove incalzante e linee di basso magnetico mentre nel brano “Sunset” ci si trova immersi in una dimensione che cattura la cangiante essenza del tramonto, celebrando la bellezza e la tranquillità del calar del sole.

Tra i momenti più alti, “Volcano” esprime lo spirito selvaggio attraverso ritmiche serrate e sintetizzatori che emulano i suoni della natura. In “The Bridge” Maestro Garofalo mostra la propria versatilità e abilità nel fondere elementi tradizionali della musica siciliana e lo stile della dancehall giamaicana.

La traccia “Dub Boy Organ” è un capolavoro di minimalismo dub: basso profondo che batte come il cuore della notte e ricami di melodie sparse che si illuminano come stelle nel buio.

“Dub International” si chiude con “Justice”, una traccia che riassume l’intento dell’intero album: coniugare passato e futuro del dub in un presente vibrante e sofisticato. L’eleganza minimalista del brano, unita a momenti di densa tessitura sonora, si propone come la quintessenza dell’approccio di Maestro Garofalo alla musica.

Nel disco figurano diversi sodalizi storici, straordinarie collaborazioni e la partecipazione di Papa Leu e Adriatic Sound, Fossa Drummer, Ficupala, Jah Sazzah, Jtwiss e Ohm Guru. Pensato in Sicilia, realizzato nel Salento e finalizzato in Jamaica, l’album è prodotto da Papa Leu in omaggio alla storia ma anche al presente e al futuro di un’icona Made in Italy come il Maestro Garofalo.

Maestro Garofalo con “Dub International” non si limita a rinvigorire il reggae dub, ma lo proietta verso il futuro. È un album per gli appassionati di lunga data ma dedicato anche a chi si avvicina per la prima volta a questo genere, offrendo un’esperienza d’ascolto profonda, rilassante eppure stimolante. “Dub International” si annuncia non solo come un punto di riferimento nell’ambito del reggae dub, ma come una pietra miliare nella carriera del Maestro Garofalo e della storia della discografia italiana di genere.

 

Da 12 aprile!

Visualizzazioni: 36

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *